La storia è piena di esempi di persone più o meno note che hanno azzardato la mossa di esprimere i propri progetti e condividerli con il mondo prima che si fossero concretizzati e spesso se ne sono pentite. Di seguito voglio condividere con te perché non dovresti condividere i tuoi progetti pubblicamente (anche se puoi sempre chiedere un consiglio ai tuoi genitori o al tuo partner se sei incerta su come procedere).

1. gli elogi anticipati ti fanno credere di esserci gia’ riuscita

Ricordo quando ero una ragazzina di 18 anni che studiava durante l’estate dopo la maturità per passare il test di ammissione nella SSLMIT di Trieste. Avevo detto a tutti che stavo studiando per quell’esame, lo dicevo anche ai muri, lo avevo raccontato alla vicina, alle mie ex compagne di classe durante gli aperitivi infrasettimanali. Tutti quanti mi dissero che ero brava, anzi, sbarravano gli occhi e con fare stupito tra gridolini di gioia sentenziavano che ero proprio determinata, intelligente, ambiziosa. Mi sentivo invincibile. Sì, ma l’esame dovevo ancora passarlo. Per fortuna mi andò bene e fui ammessa all’Università, ma tremo pensando alla sensazione di onnipotenza che mi dava sentirmi dire “brava” ancora prima di farcela. Mi aveva fatto credere che fosse in discesa, che fosse facile, che fosse scontato. Ma non era così, e mentre aspettavo i risultati mi sono pentita amaramente dell’aria che avevo dato alla bocca nei giorni precedenti.

2. COME RISPONDERAI A CHI TI CHIEDERA’ COME VANNO I TUOI PROGETTI QUANDO SENTI CHE STAI FALLENDO

Un’altra sensazione che provai in quella occasione fu quella di ansia causata dal fatto che ormai tutti lo sapevano, e tutti sapevano quanto tenessi a quell’ambizioso progetto. Ancora peggio, tutti sapevano che non avevo un piano B. Che qualsiasi altra università, per me, avrebbe significato un downgrading, un fallimento, un inciampare malamente poco prima di arrivare alla sommità dell’Olimpo. Mentre ero lì che aspettavo i risultati dell’esame non dormivo e non mangiavo. Non volevo pensare a cosa avrei balbettato alla prima persona che mi avesse chiesto com’era andata. Avrei scaricato la responsabilità sull’Università? Sulla stanchezza o la tensione del momento? Sta di fatto che non avevo una opzione disponibile, e già sentivo l’aria che si gelava durante le conversazioni con chi mi conosceva e sapeva del progetto (tutti).

3. gli altri aspettano che tu fallisca

Purtroppo è così. Sono poche le persone che gioiranno veramente quando arriverai in alto e riuscirai a realizzare i tuoi sogni: i tuoi genitori, la tua famiglia stretta, ma forse neanche tua sorella e il tuo ragazzo saranno davvero felici per te, a causa di una sottile forma di invidia, sicuramente più forte dell’affetto che provano per te in quel momento. Le persone che conosci, i tuoi amici, nella grande maggioranza saranno felici di sapere che qualcosa è andato storto: un pò perché si sentiranno a te superiori, un pò perché potranno dire che hai peccato di ambizione, un pò perché loro non hanno il coraggio di sognare così in alto. Quindi se ti va bene ti diranno che sei stata brava e ti faranno i complimenti, ma non saranno sinceri nella maggior parte dei casi, e se invece fallirai, la loro soddisfazione sarà autentica. Tanto meglio informarli solo ed esclusivamente ad obiettivo raggiunto.

cosa fare quando vuoi condividere i tuoi obiettivi

1. abbraccia la paura

Invece di condividere i suoi prossimi passi e i tuoi sogni, puoi accettare ciò che pensi li faccia fallire, ossia il timore di non farcela. La paura è uno strumento validissimo per spronarti e farti raggiungere più facilmente il tuo traguardo. Tim Ferriss, nel suo Ted Talk sull’argomento, consiglia di entrare in contatto con le paure che ti fanno credere che qualcosa andrò storto. Sono le stesse paure che ti fanno pensare che condividendo il tuo obiettivo, potrai sentirti dire solo cose positive ed ottenere tutto l’incoraggiamento che ti serve (sbagliato). Ferriss consiglia di fare una lista delle cose che ti spaventano nel raggiungimento di questo obiettivo. Di conseguenza stilerai una lista di soluzioni a questi problemi, o di azioni che intraprenderai per evitare che si presentino. Questo ti aiuterà a mettere un cuscinetto sulle tue paure e indirizzarti verso il successo.

2. circondati di competizione

La competizione è sana e ti sprona a fare di meglio. Ti sprona a superare i tuoi limiti e a credere che con il duro lavoro puoi arrivare lontano (che è vero!). Inoltre circondarti di persone con cui competere di farà passare davvero la voglia di condividere i tuoi obiettivi, se non altro per paura che le tue buone idee diventino di qualcun’altro o che gli altri facciano di tutto per sabotarti. Un pò di sano confronto con persone nella tua stessa situazione o che sono già più avanti di te, ti aprirà la mente e ti aiuterà a cercare soluzioni e strade più vicine a te che ti porteranno insieme ad impegno e dedizione, a realizzare i tuoi sogni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.