Oggi è il mio compleanno, più precisamente compio 33 anni. Sì, io e Josh Hartnett siamo nati lo stesso giorno, ma non è di questo che voglio parlare. In ogni caso vi lascio una foto di Josh per farvi sognare, prendiamoci un momento di pausa e riflessione. Amen.

Anche se dopo una certa età continuare a dare valore al proprio compleanno è considerato infantile, per me non lo è. Il giorno del mio compleanno voglio essere coccolata, messa al centro del palco e voglio tanti, tantissimi auguri. In fondo è giusto darsi attenzioni, a maggior ragione il giorno della nostra festa.

Inoltre compiere gli anni è un lusso. Non dimentichiamolo mai. Certo, invecchiare non è una giostra, ma dobbiamo pensare in modo positivo che compiere gli anni è un traguardo conquistato con fatica e dedizione ed è giusto celebrarlo, festeggiare il fatto che ci siamo, esistiamo, e non vediamo l’ora che la vita ci mostri cos’ha in serbo per noi.

Generalmente per me le festività ruotano intorno al cibo (ho fierissime radici meridionali). Per il mio compleanno quindi mi piace gustarmi una bella cena, come succede quest’anno, ma se non ho programmi specifici, un bel pranzo a base di cucina della mamma riempie tutte le caselline della mia felicità. E’ bellissimo per me condividere il cibo con qualcuno a cui voglio bene. Quindi cerco sempre di fare in modo che ci sia da mangiare quando festeggio.

Questa mattina ho fatto colazione con una collega prima di andare in ufficio, in uno di quei posti che fa brioche enormi e cappuccini infiniti. E’ stato un inizio dolce, e mi sono sentita di meritarmelo. Inoltre mi ha fatto piacere condividere questo momento con qualcuno con cui mi trovo bene e che ha apprezzato questo piccolo momento. Questa sera sarò a cena in un posto non troppo pretenzioso, ma dove potrò godermi una cena raffinata, al massimo della mia capacità di essere attraente, che vuol dire con un vestito che mi dona, dei tacchi altissimi e un trucco curato. Anche questo fa parte del coccolarsi. Truccarsi, guardarsi allo specchio prima di uscire e sentirsi belle. Per me funziona, quasi sempre.

I regali hanno perso, mano a mano che invecchio, valore. Raggiunta una età e una situazione economica in cui se voglio qualcosa generalmente lo posso acquistare (no ancora devo mettere da parte ville con piscina e massaggi rilassanti settimanali, ma ci sto lavorando), ho capito anche che gravare su qualcuno per avere un regalo particolare mi mette a disagio. Non è bello caricare una persona di una tale responsabilità e per quanto mi riguarda, anche se si tratta per esempio di mamma e papà, non chiedo nulla per il compleanno da quando sono adolescente. A dire il vero qualcosa quest’anno l’ho chiesto. Un montalatte per farmi il cappuccino.

Montalatte Cappuccinatore, Bialetti € 15.90

Un altro aspetto importante di cui sono diventata consapevole il giorno del mio compleanno è che, sì. E’ tutto diverso da come me l’ero immaginato. Non sono sposata, non ho figli, vivo da sola con il mio dolcissimo cane, che amo tantissimo. I miei genitori vivono a poche centinaia di metri e ormai ho la mia quotidianità, il mio supermercato, la mia farmacia, il mio giretto quotidiano con il peloso. Tanto che ancora non ho, ma quante cose invece possiedo! 33 anni, l’età fatale, eppure quello che mi mancava a 30 oggi non mi manca affatto. Il giorno del mio 30esimo compleanno ho pianto. Mi sentivo un fallimento, una che non aveva conquistato nulla. Invece oggi sono serena. Ho un buon lavoro, ho serenità, ho la salute. Se ho fame, ho cibo. Posso farmi una doccia calda. Ho un grande letto comodo. Ho dei buoni libri da leggere, ho una connessione internet e un bel tappeto nel salotto. Vestiti nell’armadio e un telefono per parlare con chi voglio e con chi mi manca. Ho la mia famiglia. Ma soprattutto ho me stessa. Tanti motivi per festeggiare!

Ho capito, che compiere gli anni non è una scure che ci cade sulla testa ogni 365 giorni. Poter abbracciarsi, sorridere, mangiare insieme, guardare negli occhi il mio cane, preparare un cappuccino con il montalatte nuovo, tutto questo è un regalo che la nostra vita ci fa. Voglio guardare avanti con il sorriso, mentre mi godo la mia cena di compleanno. Voglio concentrarmi sul positivo, voglio essere presente nel qui e ora. Voglio fare progetti e metterci tutto l’entusiasmo che ho. Voglio essere attiva per l’ambiente e per il benessere delle forme di vita della terra. Voglio continuare e non rinunciare a nulla. E comincio a farlo dal mio compleanno.

E tu, come vivi il tuo compleanno? Aspetto le tue opinioni e riflessioni su questa importante ricorrenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.