I gioielli che amiamo sono quelli creati da aziende attente all’origine dei materiali, al trattamento etico delle risorse umane, al loro impatto ambientale. Sono anche gioielli che richiamano l’attenzione su cause particolari, valori e innovazione. Un gioiello che ha carattere può accompagnarci per tutta la vita e vale il suo costo, che sia un regalo che riceviamo o che facciamo. Anche a noi stesse.

E’ importante quindi utilizzare sempre il nostro potere d’acquisto per scegliere di vestirci di oggetti preziosi che fanno bene, gioielli etici e dal basso impatto ambientale. Ecco quindi 7 brand da scegliere quando decidi di comprare un gioiello etico.

1. 31 bits

31 Bits è un brand con base in Indonesia, Uganda e Stati Uniti. La sua mission si concentra sul trattamento equo degli artigiani che creano questi splendidi gioielli. Fondato da tre ragazze semplici e con un grande sogno, nato al ritorno da un viaggio in Uganda, dove una delle tre rimase affascinata dalle skill delle donne locali nel creare artefatti da vecchi poster, donne che non avevano un’istruzione, ma grandi capacità. Da lì, la necessità di creare un mercato per questa arte e dare condizioni di lavoro dignitose alle artigiane, ha dato vita a 31 Bits, e ad un business coscienzioso che è cresciuto nel tempo.

31 Bits

2. no war factory

Italianissimi e con un’anima pura, producono in Laos gioielli fatti con alluminio di ordigni bellici risalenti alla guerra del Vietnam. La curiosità sta nella tecnica, detta a staffa, ossia per mezzo di semplici stampi in argilla entro cui viene colato l’alluminio fuso da parte degli artigiani laotiani. La rifinitura dei pezzi grezzi creati in Laos avviene in Italia, la sede del brand infatti si trova a Viareggio. No War Factory nasce da una giovane coppia di sposi, che si avvicina al volontariato in Laos fornendo strutture per l’acqua potabile nei villaggi prima, e promuovendo l’artigianato locale da residui bellici poi. Gli artefatti vengono acquistati direttamente in Laos, sostenendo l’economia locale, per poi trasformarli in gioielli grazie alla collaborazione con  l’orafa artigiana Francesca Barbarani.

No War Factory

3. Futura

Futura sostiene la causa ambientale creando gioielli in oro 18kt certificato Fairmined Certified Ecological che viene estratto senza l’utilizzo di sostanze come il Mercurio e il Cianuro che nel 99% delle estrazioni “normali” viene rilasciato poi nel terreno. Di fatti l’oro utilizzato da Futura viene estratto senza l’utilizzo di alcuna sostanza tossica. I gioielli vengono creati a New York da artigiani locali, e l’origine dell’oro utilizzato è tracciabile al 100%. Purtroppo questi gioielli non sono adatti a tutte le tasche, ma vale la pena valutare un investimento in questo senso, magari se stai aspettando un regalo importante o vuoi farne uno.

Futura Jewelry

4. sandy leong

Per questa designer, l’oro 18kt è solo riciclato, oltre a scegliere diamanti e pietre certificate provenienti da zone conflict-free. Anche qui la produzione avviene a New York da aziende che documentano la loro sostenibilità e sono verificate. Le materie prime naturali vengono scolpite in Kenya da artigiani locali, con l’impegno di mantenere vive le tradizioni artigiane dell’Africa sub-Sahariana. Sandy Leong è anche membro dell’organizzazione No Dirty Gold (NDG) che si occupa di mantenere la sostenibilità, i diritti umanitari e ambientali nelle operazioni di estrazione dei metalli preziosi.

Sandy Leong

5. bario neal

Bario Neal è l’unione dei due designer Anna Bario e Page Neal e della loro mission centrata su gioielli etici e sostenibili. Sostengono ampiamente la comunità LGBT e vogliono spodestare il monopolio dell’eterosessualità nel campo dell’industria del matrimonio e dei gioielli. Oltre a questo, scelgono esclusivamente pietre tracciabili al 100% (anche i pavé solitamente molto difficili da tracciale per la loro piccola dimensione) e conflict-free e sostengono procedure sostenibili di estrazione. I loro diamanti provengono da Australia, Canada e Namibia e primariamente sono riciclati. La loro sede si trova a Philadelphia, e il brand collabora con numerose aziende locali gestite da donne, oltre a scegliere un basso impatto ambientale sia per la loro sede e i loro fornitori, ma anche per i loro negozi. Garantiscono ottime condizioni umanitarie di lavoro per tutta la catena produttiva, dai minatori agli store manager.

Bario Neal

6. starfish project

Starfish Project si impegna per ridare libertà e dignità alle donne sfruttate in Asia. Il brand offre formazione ed opportunità di lavoro, permettendo a queste donne di crescere professionalmente facendole diventare contabili, manager, fotografe e designer. Tramite i loro programmi di Cura Olistica provvedono con assistenza, alloggi, consulenza e assistenza sanitaria oltre che con la formazione delle donne sfruttate nei brothel che ne hanno necessità e i loro figli, donando loro indipendenza. Il tutto avviene dopo un percorso di orientamento vocazionale. Il brand ha dato lavoro a 140 donne sfruttate nella sua stessa azienda. Ogni volta che scegli un loro gioiello, puoi leggere direttamente quante donne sta aiutando il tuo acquisto e come.

The Starfish project

7. namu

Namu è un brand finlandese che si concentra sulla sostenibilità ambientale e produzione interamente locale. Le pietre vengono acquistate da fornitori locali verificati e di fiducia, le scatole utilizzate per gli imballaggi sono eco-certificate. La produzione di Namu è molto limitata e tutti i pezzi possiedono un numero di serie e sono unici perché fatti a mano e perché ogni gioiello possiede pietre uniche nel colore e nelle inclusioni. Il 10% dei profitti va in beneficenza a rotazione a diverse organizzazioni. Al momento Namu sostiene Fida International e il loro progetto di sostegno ad alcuni villaggi in Nepal.

Namu

Se conosci altri brand di gioielli etici interessanti, fammeli conoscere e commenta l’articolo se vuoi. Se hai domande o dubbi puoi scrivermi su Facebook e Twitter.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.