Ho sempre avuto una grandissima difficoltà a risparmiare. Quando ero ragazzina, mio padre mi dava una paghetta di €10 alla settimana. Ogni volta mi consigliava di spenderne solo 8 e di accomulare il resto. Niente, son passati vent’anni e ancora non riesco a risparmiare in modo consistente e regolare. E’ più forte di me, sebbene le mie abitudini siano di molto migliorate (vedi il mio articolo “5 acquisti che ho smesso di fare”) ho preferito affidarmi ad un sistema esterno per accumulare quei risparmi che è bene avere a disposizione. L’organo più sicuro ed affidabile per procedere ad un piano di risparmio è la banca, (puoi scegliere di affidarti ad un broker e risparmiare un pò sull’operazione) e il metodo di accumulo che io ho scelto è il PAC ossia il Piano di accumulo di capitale.

Il piano di accumulo di capitale è tecnicamente la sottoscrizione strumenti come i fondi di investimento e ETF (gli Exchange Traded Fund). Ma in cosa consiste?

Gli ETF (Exchange Traded Funds) sono particolari fondi d’investimento (o Sicav) a gestione passiva. Come accade per tutti i fondi, quando si acquista un ETF è come se si acquistasse un paniere di titoli. Investire in un fondo equivale a mettere il proprio risparmio insieme a quello di altri investitori, il gestore del fondo acquisterà poi con questo denaro gli strumenti su cui si andrà a investire. La performance dell’investimento sarà data dal risultato di tutti i singoli strumenti su cui il fondo investe.

Money Farm

In pratica investi mensilmente (o ogni tre mesi) una quota di denaro prestabilita per una durata di tempo prestabilita (solitamente triennale, quinquennale o decennale). La differenza con un semplice accantonamento è che i soldi che vengono prelevati dalla banca mensilmente dal tuo conto, vengono investiti in fondi comuni di investimento da te scelti. Praticamente non li accantoni, ma li investi ossia acquisti quote. Alla quota investita e al capitale che hai accumulato, alla fine vanno anche aggiunti gli interessi accumulati nel tempo. Al termine del tempo stabilito quindi, dovresti avere da parte un bel gruzzolo.

Quindi l’investimento mensile è fisso, ma se i prezzi scendono, acquisti un numero maggiore di quote; se salgono, un numero minore. Inoltre investendo nel corso del tempo puoi ridurre gli effetti delle oscillazioni, ovvero la volatilità dei mercati.

Ma perché sceglierlo oltre a tutto quello detto qui sopra, e perché io personalmente l’ho scelto?

  1. Sei completamente libera:
    1. di scegliere quanto investire in base alle tue entrate
    2. di scegliere per quanto tempo investire
    3. di mettere in pausa gli investimenti se hai temporanei cambiamenti nelle tue entrate
    4. di interrompere il piano di investimento
  2. “spalmare” l’investimento su un periodo di tempo più lungo ti permette di abbassare di molto il rischio legato al timing dell’investimento.
  3. la banca preleva la somma stabilita senza che tu debba fare nulla. Semplicemente dal tuo conto in banca viene sottratto del denaro con costanza e viene accantonato e tu non devi assolutamente fare niente (bello eh?)
  4. il tuo investimento non è legato al tuo stato emotivo, o alla situazione collettiva e la sua regolarità ne permette l’efficacia.
  5. ti permette di investire il denaro su diversi fondi a diverso livello di rischio, per abbassare notevolmente l’eventuale perdita, fino a renderla quasi nulla.

Questo tipo di investimento ovviamente ha anche dei difetti che si concentrano soprattutto sul fatto che è generalmente più costoso rispetto a un sistema a versamento unico. Inoltre più passa il tempo, maggiore sarà il peso di una eventuale variazione di mercato. Ma sono situazioni che raramente ho subito nella mia esperienza e che ho valutato irrilevanti rispetto ai vantaggi e alla somma di denaro che è possibile accumulare con un versamento costante anche di soli € 150 mensili per un periodo di tre anni. Questo mi ha spinto a modificare la quota di investimento e a ripeterlo per un periodo di altri 5 anni.

E tu come risparmi la quota mensile per le emergenze? Se hai dubbi sull’argomento del post o sul risparmio, puoi scrivermi su Facebook o Twitter.

2 pensieri su “Risparmia senza accorgertene – il PAC

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.